Ponte del 2 giugno: Verona

hipstamaticphoto-466078523.138171.jpg
img_7551.jpg
img_4426.jpg
img_4440.jpg

Non sapete ancora dove trascorrere il super ponte del 2 giugno? Non temete… ho una meta che fa proprio al caso vostro: Verona!

Conosciuta in tutto il mondo come “città dell’amore” per essere stata la quinta teatrale della tragedia shakespeariana di Romeo & Giulietta, ma Verona è molto di più: città ricca di storia, d’arte, di eventi culturali, di musica lirica e leggera, di enogastronomia, moda e design…. una città a “misura d’uomo”, con il suo magnifico e ordinato centro storico dove ogni cosa è a vostra portata di mano, la trovo una meta ideale per trascorrere due o tre notti avendo così la possibilità di poterla esplorare fin nei suoi minimi dettagli.

Il centro storico è molto semplice da visitare, potreste iniziare visitando le chiese cittadine, a mio avviso una più bella dell’altra, da non perdere sono la Basilica di Santa Anastasia, proseguendo per il Duomo veronese e la chiesa di San Fermo, oltrepassando Porta Borsari vi ritroverete in Corso Cavour, fermatevi a visitare la chiesa di San Lorenzo, vero e proprio gioiellino risalente al IV sec., continuando per il corso vi ritroverete nei pressi di Castelvecchio, oggi sede di importanti mostre d’arte, vi consiglio di entrare e visitare il cortile interno e il Ponte Scaligero. Ho lasciato per ultima la mia chiesa preferita, ovvero il complesso di San Zeno, considerata uno dei capolavori del romanico in Italia, il suo chiostro e il campanile vi lasceranno senza fiato.

Ritornando in centro, la visita prosegue per Piazza Bra con la sua Arena che sorge imponente, Piazza Erbe e Piazza dei Signori con il maestoso Palazzo della Ragione e le famosissime Arche Scaligere, un monumentale complesso funerario in stile gotico della famiglia degli Scaligeri, destinate a contenere le arche (o tombe) di alcuni illustri rappresentanti della casata, tra cui quella del più grande Signore di Verona, Cangrande, a cui Dante dedica il Paradiso. Se vi state domandando: ma la casa di Giulietta? Dove si trova? Beh, mi spiace deludervi, non sono una sua fan e trovo la cosa molto ma molto commerciale, comunque si trova in Via Cappello, quello che vi si aprirà davanti sarà una fiumana di gente tutta accalcata per visitare un “non luogo”, finto, mi spiace per la delusione…

Per chiudere in bellezza, Castel San Pietro, il Teatro Romano sede di spettacoli teatrali durante la stagione estiva e il Ponte Pietra che vi condurrà ad ammirare Verona dall’alto, da brividi!

Vi lascio alcuni contatti su dove far aperitivo, mangiare e dormire:

  • Come pre-serata, oltre ai vari localini in Piazza Erbe, dovete assolutamente andare alla Bottega del Vino in Via Scudo di Francia, vanta un’importantissima cantina, vi suggerisco di ordinare un buon Amarone o un Ripasso della Valpolicella, non ve ne pentirete.
  • Se volete scoprire il vero cibo veneto, allora andate al ristorante La Greppia in Vicolo Samaritana, oppure da Osteria Sottoriva nell’omonimo quartiere lungo il fiume Adige, uno dei luoghi più caratteristici della città e lontano dalla pazza folla turistica, oppure se vi venisse una improvvisa voglia di cotoletta, la più buona la trovate qui, all’Osteria alla colonna in Largo Peschiera Vecchia. Per una cena romantica invece c’è il Maffei in Piazza Erbe oppure lo stellato Desco in Via Dietro San Sebastiano.
  • Per dormire vi consiglio la Residenza Bonifacio in Vicolo Samaritana, un B&B davvero molto carino, arredamento moderno e curato all’interno di un palazzo d’epoca, buonissimo rapporto qualità prezzo, invece se cercate qualcosa di più esclusivo, oltre allo storico Hotel Due Torri, vi segnalo il Relais Gentleman of Verona in Via Carlo Cattaneo, situato nel centro storico di Verona, a soli 50 metri da Castelvecchio e a 3 minuti a piedi dall’Arena, il Gentleman Gentleman of Verona occupa un edificio del 16° secolo e offre camere e suite con mobili d’epoca, ricco di charme e molto romantico, oppure Palazzo Victoria in Via Adua angolo Corso Borsari, rappresenta la convivenza millenaria di arti, culture ed innovazioni architettoniche: si parte dagli antichi resti romani, visibili nel sottosuolo dell’hotel, agli affreschi di epoca medioevale sino ad arrivare ai giorni nostri con la splendida hall in stile prettamente contemporaneo.

Non mi resta che augurarvi buon viaggio e buon divertimento!

A presto,

M.